lunedì 23 maggio 2016

Gli inglesi sono indignati: "Stop tassazione periodi - è un peccato sanguinoso”

Informazioni su la tassazione su tamponi, l'IVA sui libri, abbigliamento per bambini e altre incongruenze.
L'applicazione dell'aliquota d'imposta sul valore aggiunto (IVA) diverso crea incongruenze e ingiustizie. Nel Regno Unito, l'aliquota IVA ridotta del 5% viene attualmente applicato sui prodotti sanitari. Secondo il quotidiano populista ‘Daily Mail’ alcuni membri ribelli del partito conservatore di governo hanno preso una lotta sul aliquota IVA sui di tamponi e assorbenti, come un esempio di poteri che pensano che il Regno Unito dovrebbe tornare da Bruxelles a Westminster.

Tamponi liberi di IVA come frutta dal Brexit
Alcuni britannico anche vedere le tariffe più basse dell'IVA nell'ambito della normativa comunitaria (5%), cinicamente che descrive come una ‘imposta di tampone’, come "un affronto per le donne, che hanno poca scelta ma a sopportare il peso del fiscale". In un'alleanza insolita con le femministe, il partito anti-UE UKIP promette assorbenti igienici liberi di IVA, come un vantaggio di 2 £  (circa 2,50 €) per anno per le donne, se il Regno Unito ritirarsi dalla UE. Ma, come il giornale ‘The Economist’, ha riferito: "il 17 marzo 2016, il ministro delle Finanze George Osborne ha tirato fuori un coniglio dal suo cappello dopo aver presentato il suo bilancio suppletivo" e ha rivelato che il governo britannico sembra intenzionato a rompere le regole dell'Unione Europea che limitano i paesi membri possono ridurre le aliquote IVA su alcuni prodotti, aiutati dalla UE è attualmente in fase di liberalizzazione di criteri.

Il problema non è l'IVA sui cibo da asporto caldo (trattare come cibo di ristorante), o assorbenti, ma le regole noiose eccezioni, spesso difficile da capire che successivi governi britannici hanno creato:
  • no IVA sui cibo da asporto, purché è freddo,
  • libri, tra cui fotolibri, sono esenti da IVA se contengono più del 20% de testo e sono stampati su
  • carta,
  • l'abbigliamento è pari a zero, se sono per i bambini,  
  • gli elicotteri - trasporto per gli ultra-rich - sono esenti, ma non le biciclette o automobili,
  • assorbenti igienici dovrebbero essere esonerati, nella misura in cui sono solo per le donne,
  • "Jaffa Cake" (torte con uno strato di marmellata di arance e copertura di cioccolato) aliquota zero, ma nessun biscotti),
  • ....


Dopo le donazioni significative di miliardario albergatore, l'ultimo governo di coalizione liberal-conservatrice in Germania ha abbassato il "Umsatzsteuer" (IVA) su camere d'albergo da tassa piena a il tasso più basso, beneficiando proprietari dell'hotel tedesco per miliardi di Euro. Mentre le notti sono ora 'più basso', le colazioni sono sempre applicata la tariffa piena. Tuttavia, l'aliquota IVA ridotta fastidio altri imprenditori, per i quali l'IVA versata in viaggio d'affari non è un costo, ma vedono registrare due aliquote diverse per la camera (7%) e la colazione (19%) in una fattura, è un inutile onere amministrativo. E, naturalmente, i miliardi salvati per proprietari mancano nei bilanci dei "Länder" (Stati). Questo decisione è stata così male che anche il partito liberale, che aveva combattuto la causa del declino prezzi su camere d'albergo, ora la domanda torna a tassa piena. Questo tipo di "mercato politico"  è stato probabilmente un fattore importante nella espulsione del partito liberale (FDP) nel "Bundestag" (parlamento tedesco) nei seguenti elezioni. Un po' come il "U-turn" dell'ex leader liberale britannico Nick Clegg a le tasse universitari a 9.000 £ (circa 12.000 €) per anno costa i liberali britannici quasi tutti i suoi seggi alla Camera dei deputati.

Molti economisti si oppongono l'applicazione di diverse aliquote fiscali su prodotti similari, per paura di alterare il comportamento di consumo. Perché  governo il dovrebbe punire i genitori, facendoli pagare le tasse su abbigliamento se i vostri figli sono più alti? Spreca anche le risorse, come le aziende si concentrano sul rendere il prodotto si qualifica per il tasso più basso. Ad esempio, alcuni editori britannici scrivere un minimo di testo del 20% nel sui fotolibri, per ottenere il esenzione d’IVA di libri.

"In generale il tasso più basso giustificare per motivi di ridistribuzione: i poveri spendono una quota maggiore del loro reddito per beni i abbassare le aliquote fiscali, allora sì si muove verso un tasso uniforme, faranno più male", ha scritto ‘The Economist’ di Londra e di nota: "Ci sono modi più efficaci per ridistribuire di esentare la carne di struzzo da IVA. Un sistema fiscale ideale sarebbe applicare una tassa IVA uniforme su tutti i consumi finali, quindi utilizza il sistema fiscale e benefici diretti per il sollevamento di carichi pesanti quando si tratta di redistribuzione." Per esempio, su capi di abbigliamento per bambini, Regno Unito potrebbe carica l'aliquota IVA completa, come praticata in molti altri paese:
  1. semplicemente applicare la stessa aliquota IVA all tutti abbigliamenti per bambini e per adulti e
  2. aumentare gli assegni familiari per l'importo dell'IVA sulle abbigliamento per bambini che costerà ai genitore medio

Questa semplice modifica riduce il costo della burocrazia e di esecuzione, sarebbe neutrale per la famiglia britannica media. Le famiglie numerose, dove fratelli più grandi passano vestiti sul più giovane una volta, potrebbero beneficiare maggiormente l'aumento di assegni familiari senza essere colpito tanto dalla dell'IVA sui vestiti. Sarebbe più costoso per le famiglie spendono molto in abiti firmati costosi. Si tratterebbe giocattoli, strumenti musicali, biciclette ecc per i bambini la stessa come l'abbigliamento. Ciò eviterebbe di incoraggiare i genitori a consumo di abbigliamento al posto di flauti o pattini.

L'IVA deve essere registrata in modo uniforme su tutti, nessuno escluso!
L'UE, al fine di armonizzare l'IVA e ridurre le distorsioni sezionali commercio di frontiera, richiede un tasso minimo di IVA, attualmente al 5%. Secondo il quotidiano "The Economist": "Un tasso IVA uniforme ridurre al minimo le distorsioni, eliminando l'interferenza del governo sui tipi di consumo che sono favoriti rispetto agli altri, e si concentra le diverse parti del sistema fiscale e dei benefici in quello che fanno meglio."Secondo

Secondo un ampio studio, il tasso di IVA efficace famiglia media europea è di 11% e solo l'8% nel Regno Unito [Fonte: TAXUD / 2012 / dE / 323 FWC No. TAXUD / 2010 / CC /104]. Un'economia con bassi livelli di risparmio e un saldo commerciale negativo - come il Regno Unito - ha spazio per aumentare l'IVA al 25%, per esempio, che è il tasso in Svezia, una società molto più egualitaria. Al fine di evitare effetti regressivi di un IVA universale, servizi di base e le scale di imposta sul reddito potrebbe essere stessa sollevato.


Il cosiddette "Tampon Tax"
L'UE esorta i paesi membri ad abolire il tasso zero e di imporre un tasso minimo di IVA pari ad almeno il 5%. Pertanto, le regole sembrano essere in movimento verso la sanità mentale, anche se è uno svantaggio per i britannici, politici pro-europei quando si tratta di furia della stampa sulla tassa le imposte sui assorbenti igienici. Speriamo che la disposizione del governo britannico per rompere le regole di IVA nell'UE prima il referendum Brexit per non uccidere l'armonizzazione dell'IVA nel lungo periodo. Alla fine, c'è sempre la possibilità che il Regno Unito lasciare l'UE, che consente all'Unione europea di fare ciò che è economicamente sano e lasciare che il governo britannico fare quello UKIP o altre populiste domanda.

venerdì 6 novembre 2015

Lo zucchero sarebbe una grave minaccia per la salute

Lo zucchero sarebbe una grave minaccia per la salute, questo è ciò che ricercatori statunitensi concludere in uno studio pubblicato nel la rivista "Obesity". L'autore principale, professor Robert Lustig, un endocrinologo pediatrico dice che questa dimostra che "le calorie non sono tutte uguali”.

martedì 14 luglio 2015

Sana e sostenibile dimagrimento, ADSSS non dieta!


Calare di peso in fretta non è sano; massimo un chilo alla settimana. Le diete non aiutano, perché si finisce per pensare al cibo tutto il tempo.
Qualsiasi dieta che esclude interi gruppi di alimenti (ad esempio a carne o carboidrati, ecc) è una cattiva idea, a qualsiasi età. Comunque, diete e contare le calorie mi fanno pensare di cibo tutto il giorno, a parte il fatto che per il metabolismo umano non tutte le calorie sono uguali. Per perdere peso in modo sano e sostenibile per meglio segua nella Sua alimentazione alcune semplici regole ADSSS (o ASSSS dalla sua sigla in francese):
 
 - Una prima colazione abbondante è in grado di calmare la fame per abbastanza tempo (uova, pane integrale, carni, ma anche un po’ di frutta a colazione).
 
- Se Le viene fame durante il giorno, mangi uno spuntino basso contenuto di carboidrati! Si possono mangiare anche alcuni alimenti come le noci e il formaggio, ma non di notte (è quando più facilmente si trasformano in grasso).
 
- Quando si mangia, bisogna farlo consapevolmente. Perciò: Sediamoci a tavola e mangiamo! Non si deve mangiare col televisore acceso, leggendo, davanti al computer o guidando.
 
- Al contrario di quello che si fa per abitudine, bisogna mangiare di meno il pomeriggio e non mangiare niente di notte.
 
- Eviti tutti i dolci, perché i dolci fanno venire fame. Eviti anche i dolcificanti artificiali (che, tra l’altro, si usano per far ingrassare i maiali).
 
- Eviti i carboidrati leggeri (pizza, pasta, patate fritte, ketchup) e gli aperitivi.
 
- Non consumi mai bevande dolci.
 
- Beva molta acqua (questo riempie lo stomaco e rallenta la digestione).
 
- Mangi frutta e verdura crude (digerire i cibi crudi richiede più energia).
 
- I cibi meno processati (come il pane integrale e i grani interi) sono da preferire a quelli più processati (come il pane bianco).
 
- Eviti le bevande alcoliche (hanno moltissime calorie).
 
- Includa attività fisiche nella vita quotidiana: salire le scale invece di usare l’ascensore, alcune flessioni guardando la televisione, … idealmente si dovrebbe anche praticare sport di resistenza (attività di durata oltre 45 minuti), come cicloturismo, nuoto o zumba.
 
- Eviti l’autobus e la macchina, meglio andare a piedi o in bicicletta.

Si sentirà benissimo, non solo perché facendo così si perde peso, ma anche perché seguendo queste regole si mangiare cibo di qualità, ottengono più nutrienti e si fa più attività fisica. La flora intestinale migliorerà, poiché diminuisce l’ansia e il desiderio di mangiare dolci e panini.

venerdì 22 maggio 2015

Perché sostituisce zucchero a basso contenuto calorico causano aumento di peso nel tempo

Agricoltori olandesi hanno usato i dolcificanti artificiali nella ingrasso dei suini per decenni. Si è sempre pensato che la dolcezza aumenta l'appetito e quindi l'apporto calorico. I ricercatori Dr. Eran Elinav del Dipartimento di Immunologia e il Prof. Eran Segal del Dipartimento di Informatica e Matematica Applicata del Instituto Weizmann hanno pubblicato i loro risultati de test sulla rivista scientifica 'Nature', suggerendo che gli effetti ingrasso di dolcificanti artificiali sono molto peggio! I dolcificanti artificiali stanno influenzando batteri dell’intestino in modo che sta contribuendo alla crescente epidemia di sovrappeso e diabete.

Prof. Segal: "I risultati dei nostri esperimenti sottolineano l'importanza della medicina personalizzata e della nutrizione per la nostra salute generale. Riteniamo che l'analisi integrata di 'big data' individualizzata dal nostro genoma, microbioma e abitudini alimentari potrebbe trasformare la nostra capacità di comprendere come gli alimenti e integratori alimentari influenzano la salute e il rischio di malattia di una persona."
I dolcificanti artificiali, anche se non contengono zucchero, tuttavia hanno un effetto diretto sulla capacità del corpo di utilizzare il glucosio. Intolleranza al glucosio - generalmente si pensa che si verificano quando il corpo non può far fronte a grandi quantità di zucchero nella dieta - è il primo passo sulla via della sindrome metabolica e diabete dell'adulto.
L'intolleranza al glucosio - che è generalmente considerato essere dichiarata quando il corpo è in grado di rispondere alle grandi quantità di zucchero nella dieta - è il primo passo sulla strada per la sindrome metabolica e diabete in età adulta.
Evito gli dolcificanti!

sabato 7 febbraio 2015

I bambini incapaci di riconoscere i volti rischiano di andare con gli sconosciuti

Il premio della Fondazione Wellcome Trust per il miglior articolo scientifico sottolinea l’incapacità di riconoscere i volti, un problema comune che viene spesso ignorato.
 
Un test della prosopagnosia per bambini, o perché in ogni scuola materna ed elementare si deve giocare a giochi di memoria utilizzando carte con i ritratti dei bambini.


Il premio per il miglior saggio scientifico della Fondazione Wellcome Trust ha recentemente contribuito ad evidenziare il problema della «incapacità di riconoscere i volti» chiamato prosopagnosia. Tra i 640 articoli che aspiravano a questo premio per l’anno 2014, è stata proclamata vincitrice Kate Szell per il suo articolo: «Prosopagnosia: un problema comune, comunemente trascurato».

Szell scrive: «La maggior parte di noi diamo per scontato il fatto che riconosciamo qualcuno con una rapida occhiata al suo volto. Non ci rendiamo conto che guardare un volto e osservare qualcos’altro sono due cose molte diverse». Alcune persone non riescono a riconoscere le facce come fa la maggior parte della gente. Gli studi segnalano che una persona su 50 potrebbe soffrire di qualche forma di prosopagnosia; troppe per una disabilità che non viene esaminata regolarmente e che, pertanto, spesso non viene diagnosticata.
Le difficoltà nell’identificare i volti sono particolarmente pronunciate durante le lezioni di educazione fisica, dal momento che i bambini si cambiano e alcuni si tolgono gli occhiali, eliminando gli elementi di riconoscimento da cui dipendono i bambini con prosopagnosia.
I bambini incapaci di riconoscere i volti corrono il rischio di andare con gli sconosciuti
Kirsten Dalrymple, dell’Università del Minnesota, è una dei pochi scienziati che studia la prosopagnosia congenita. Si interessa soprattutto dei bambini prosopagnosici. «Alcuni sembrano vivere senza molti problemi, ma per altri le cose sono completamente diverse», dice, e avverte: «Possono essere socialmente isolati e possono anche correre il rischio di andare con gli sconosciuti».
Dalrymple osserva che la mancanza di consapevolezza della malattia tra gli specialisti nella cura dei bambini e il pubblico è un problema serio. Molti genitori di bambini affetti da prosopagnosia consultano vari specialisti prima di capire quale sia la causa del comportamento peculiare del loro figlio. E, in generale, ciò che li fa finalmente capire è qualcosa che leggono riguardo al «problema di non riconoscere le facce» su Internet o sui mezzi di comunicazione, anziché una diagnosi specialistica.

Test della Prosopagnosia per bambini in età precoce
Gioco tipo “Memory” con di foto delle facce
Il problema di non essere in grado di riconoscere i volti è abbastanza importante da richiedere che i bambini vengano visitati regolarmente e prima è, meglio è. Un tipo di test della prosopagnosia per bambini è quello che si esegue tramite un gioco di memoria con 25 coppie di foto dei volti di persone conosciute, come membri della famiglia, della scuola o del gruppo dell’asilo. Il cervello elabora i volti in modo diverso rispetto ad altri oggetti, con particolare difficoltà a invertire le immagini delle facce. Questo rende i giochi di memoria con coppie di foto di visi familiari uno strumento di apprendimento e diagnosi preziosissimo e unico.
La causa della prosopagnosia congenita è ancora un enigma
Il termine “prosopagnosia”, dal greco proposon (faccia) e agnosia (non conoscenza), fu coniato nel 1947 dal neurologo Joachim Bodamer, ma ha ottenuto ampio riconoscimento fuori dal contesto delle lesioni cerebrali solo nell’ultimo decennio. Nella sua forma più pura si limita al riconoscimento facciale, ma le persone affette da prosopagnosia tendono ad avere problemi anche con gli oggetti animati e inanimati e con l’interpretazione delle espressioni facciali delle emozioni.
Nonostante l’importanza dello sviluppo cerebrale infantile, è possibile che ci siano processi che possano contribuire ad aiutare un bambino che non percepisce le facce a diventare un adulto in grado di riconoscerle. Per farlo, il cervello ha bisogno di percepire un volto e di ricordarlo; deve identificare un volto come tale e poi rendersi conto di aver già visto quel volto in particolare. Sappiamo che ci sono adulti - ma non bambini - che, pur avendo intatta la capacità di percepire i volti, non li memorizzano, il che fa pensare che la capacità di percepire il volto possa essere migliorata.
 
La cosa peggiore per i bambini che soffrono di questo disturbo sono le lezioni di nuoto, dove scompare la maggior parte delle caratteristiche distintive delle facce. I bambini si sentono improvvisamente circondati da estranei.
I bambini affetti da prosopagnosia non sentono il bisogno di vedere le facce o gli occhi e impiegano molto più tempo per integrarsi nei gruppi scolastici o all’asilo, a causa della loro difficoltà a identificare e distinguere i loro compagni di classe. Essi, pertanto, sono spesso mal diagnosticati come autistici. Ma, a differenza dell’autismo, la prosopagnosia non riduce la competenza sociale di chi ne soffre.
La dottoressa Martina Grüter, specialista in materia, suggerisce di lavorare con ritratti
●      Per aiutare gli alunni a conoscere i loro nuovi compagni, molte scuole decorano le pareti delle aule con ritratti degli alunni di un gruppo o di una classe. Sotto ogni immagine sono riportati i nomi dei bambini. Questo aiuta i piccoli affetti da prosopagnosia a imparare ad identificare gli altri bambini più in fretta.
●     Per i bambini con prosopagnosia si devono fare foto di compagni, educatori, insegnanti e, se possibile, anche di altri adulti che lavorano nella scuola (come i bidelli, la segretaria e il direttore). È meglio non scattare solo foto della parte anteriore, ma da diverse angolazioni. Una copia di queste fotografie si potrebbe dare, da portare a casa, agli alunni con difficoltà a riconoscere i volti, suggerisce la dottoressa Grüter.
●     Particolarmente interessanti sono le fotografie di gruppi di bambini dall’aspetto simile. Queste aiutano i piccoli affetti da prosopagnosia a capire che alcuni bambini della loro classe si assomigliano. Di conseguenza, possono lavorare per identificare i loro tratti distintivi.
●     Molte maestre di scuola materna ed elementare decorano la loro aula con un calendario di compleanno con le foto degli alunni e i loro nomi. Questo potrebbe dare ai bambini prosopagnosici l’opportunità di studiare i ritratti di altri bambini e di analizzarne i tratti distintivi.
●     Anziché prestare fotocalendari sarebbe addirittura meglio utilizzare un fotoalbum con le fotografie dei compagni. Il marchio «fotolibro CEWE» offre un fotoalbum stampato su carta fotografica che risulta particolarmente indicato, dal momento che questo fotolibro di elevata qualità ha una rilegatura più resistente rispetto alla maggior parte degli altri tipi di fotolibro.


●    
Giocare memoria con foto delle face degli alunni

 È possibile personalizzare un gioco di carte tipo “Memory” con coppie di foto delle facce degli alunni (o incoraggiare i genitori a crearne uno). Alcuni servizi di stampa fotografica online, come ad esempio FotoInsight, stampano le foto su coppie di carte di memoria molto resistenti in modo professionale. La dottoressa Grüter aggiunge: «Per le foto si può chiedere ai bambini di fare una faccia con espressione neutra, felice, triste e arrabbiata. Questo rende il fotogioco di memoria più esigente, mantenendo vivo l’interesse dei bambini più a lungo. All’inizio si può giocare solo con le facce emotivamente neutre. Una volta che i bambini prosopagnosici si sentono più a loro agio con le facce, si può aumentare il livello di difficoltà».
Quando un bambino sbaglia di nuovo nel riconoscere un compagno, potrebbe essere arrivato il momento di riconoscere il volto della prosopagnosia. Per rilevare i problemi di riconoscimento dei volti, in ogni aula d’asilo e di scuola elementare si deve giocare a giochi di memoria con le foto dei volti dei bambini della classe.

http://fotoinsight.it/regali/giochi/foto-memo.html
 Fotogioco di memoria